top of page

Cantina Zannini

Produttori di vino fin dal 1800, il legame di Domenico Zannini e del suo papà Carlo con il territorio ha radici profonde e lontane nel tempo. Giurista, impegnato nell’agriturismo di famiglia, il vino è per Domenico questione di passione e di tradizione, in un areale, quello dell’antico ager falernus, tra i più antichi d’Italia e del mondo.

Il vino falerno fu raccontato e decantato durante l’Impero Romano, e bevuto nei banchetti e alle avole più importanti dell’epoca.

Il comprensorio del comune di Falciano, nell’entroterra di Mondragone, è pieno ancora oggi di estimonianze archeologiche dell’antico blasone di questo vino. Anche dalla vigna dei Zannini

spuntano, qua e là, i resti di un’antica fornace romana che una volta produceva anfore, quando dal vicino porto di Minturno le navi salpavano per tutto il mondo conosciuto, stracolme di contenitori di questo prelibato vino.

La piccola vigna di Domenico si trova ai piedi del Monte Massico, su di un terreno calcareo ed argilloso ed è quasi tutta coltivata a uve primitivo, lasciando solo una piccola parte ad aglianico ed

alla camaiola, che qui chiamano barbera e da cui nasce un vino dal blend interessante.

Icona Whatsapp 2.png
bottom of page